Skip to content

PAI – Pericolosità da frana – Bacino del fiume Serchio

La presente sezione web è dedicata esclusivamente alla parte del PAI relativa alla pericolosità da frana del bacino del fiume Serchio.

Il PAI del bacino del Serchio è tutt’ora vigente e dal 2 febbraio 2017, con la pubblicazione in G.U. del decreto ministeriale n. 294 del 26 ottobre 2016, la sua ompetenza è passata all’Autorità di bacino distrettuale dell’Appenino settentrionale.

Con delibera n. 15 del 18 novembre 2019 (comunicazione in G.U. n. 297 del 19-12-2019) la Conferenza Istituzionale Permanente dell’Autorità di bacino dell’Appennino settentrionale ha adottato, ai sensi dell’art. 66 e 68 del d.lgs. 152/2006, il Piano di bacino, Stralcio Assetto Idrogeologico del fiume Serchio (P.A.I.) – 2° aggiornamento, per la parte relativa alla pericolosità geomorfologica e da frana.

Cartografia e normativa vigente

L’art. 2 della delibera di adozione prevede che, ai sensi dell’art. 65 comma 7 del d. lgs. 152/2006, restano in vigore le perimetrazioni delle aree a pericolosità geomorfologica e da frana rappresentate nelle Tavole PAI Carta della Franosità del 2° aggiornamento, adottate come misure di salvaguardia con deliberazione della Conferenza Istituzionale Permanente n. 10/2018 e richiamate all’articolo 1 della medesima.
Risultano, altresì, vigenti le perimetrazioni relative alla pericolosità geomorfologica e da frana, non oggetto della presente variante, del Piano di bacino, stralcio per l’assetto idrogeologico del fiume Serchio (PAI) – 1° aggiornamento, approvato con d.p.c.m. 26 luglio 2013.

Nella consultazione della cartografia è inoltre necessario verificare le varianti cartografiche intercorse successivamente all’approvazione del primo aggiornamento e non interessate dal secondo aggiornamento:

La cartografia di riferimento è disponibile esclusivamente nel formato pdf. Tuttavia per facilitare la consultazione in modalità interattiva è disponibile una versione WebGIS.

Limitatamente alla pericolosità geomorfologica e da frana sono vigenti le norme del Piano di bacino, stralcio per l’assetto idrogeologico del fiume Serchio (PAI) – 1° aggiornamento, approvato con d.p.c.m. 26 luglio 2013.

Si segnala che con la pubblicazione in G.U. della  delibera della Conferenza Istituzionale Permanente n.20 del 20 dicembre 2019 anche il bacino del Serchio è interessato dal  Progetto di Piano – PAI “dissesti geomorfologici”  che una volta approvato permetterà un applicazione uniforme di criteri, metodologia e normativa relativa alla pericolosità da dissesti geomorfologici per tutti i bacini del distretto interamente ricadenti nel territorio della Regione Toscana e della Regione Umbria.

 

Contatti