ELABORAZIONI SUI DATI INTERFEROMETRICI

Sono disponibili nuove elaborazioni effettuate sui dati interferometrici messi a disposizione dalla Regione Toscana. Tali dati, sono ottenuti dall’elaborazione delle immagini radar e permettono di rilevare con altissima precisione eventuali movimenti superficiali e si collocano nell’ambito del monitoraggio territoriale come strumento idoneo allo studio dei fenomeni deformativi.

Per il dettaglio del progetto e la consultazione visitare la pagina dedicata.

IN GAZZETTA UFFICIALE L’ADOZIONE DELL’AGGIORNAMENTO DEI PIANI DI GESTIONE ACQUE E ALLUVIONI

Nel pomeriggio di lunedì 20 dicembre si è svolta la Conferenza Istituzionale Permanente (CIP) dell’Autorità di bacino. Alla presenza del Sottosegretario di Stato, on. Ilaria Fontana e degli Assessori regionali della Toscana e della Liguria, Monni e Giampedrone, il Segretario Lucchesi ha presentato i Piani di gestione mettendo in luce gli aspetti innovativi che caratterizzano gli aggiornamenti 2021. I Piani sono stati adottati all’unanimità dalla CIP e risultano pubblicati nel rispetto dei termini previsti dalle direttive europee sul sito dell’Autorità. Nelle more dell’approvazione con d.p.c.m sono state adottate misure di salvaguardia immediatamente vincolanti.

Nella Gazzetta ufficiale n°2 del 4/01/2022 è stato pubblicato il comunicato dell’adozione del secondo aggiornamento del Piano di gestione delle acque (PGA) 2021-2027 – terzo ciclo e del primo aggiornamento del Piano di gestione del rischio alluvioni (PGRA) 2021-2027

 

Fondazione Geologi della Toscana: ecco la nuova edizione del Premio David Giuntini. I lavori possono essere presentati entro il 31 gennaio 2022

Firenze, 11 dicembre 2021 – La Fondazione dei Geologi della Toscana, con il patrocinio dell’Autorità di Bacino distrettuale dell’Appennino Settentrionale e del Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Pisa ha bandito l’edizione 2021 del Concorso Scientifico-Premio di Laurea in memoria del dottore geologo David Giuntini. Sono ammesse al bando Tesi di laurea magistrale e le Tesi di laurea triennale, purché discusse dopo il 1 gennaio 2020. Al primo classificato nella categoria tesi magistrale sarà assegnato un riconoscimento pari a 2000 euro; a quello triennale andrà un premio di 1000 euro.
«È con rinnovato entusiasmo che anche quest’anno la Fondazione e la famiglia Giuntini aprono le porte ai nuovi partecipanti al premio di laurea – commenta Elisa Livi, presidente della Fondazione Geologi Della Toscana -. Entusiasmo alimentato dal numero crescente e dall’ottimo livello dei lavori presentati nelle passate edizioni e dall’emozione, ancora fresca, dell’ultima giornata di premiazione. Il premio, come ogni anno, vuole essere un modo per sostenere giovani laureati e laureate meritevoli e motivati, e incoraggiarli a coltivare la loro passione per le scienze geologiche, proprio nella fase di transizione tra l’esperienza universitaria e l’ingresso nel mondo del lavoro o della ricerca».
I lavori ammissibili al Concorso dovranno riguardare le Scienze della Terra in uno dei molti aspetti geologici, storici, culturali, economico-sociali, morfologici, naturalistici e applicativi. Nella valutazione dei lavori presentati verrà assegnato uno speciale punteggio aggiuntivo ai lavori con evidenti risvolti applicativi ed a quelli centrati su aspetti della geologia e geomorfologia del bacino del Fiume Magra. Sono tuttavia ammessi al concorso e valutati lavori riguardanti aree geografiche diverse. Per la presentazione dei lavori c’è tempo fino al 31 gennaio 2022.

IL BATTICUORE: L’ARNO CHE VERRÀ E IL MARE

Lunedi 29 novembre 2021

Oggi prende il via “Il Batticuore: l’Arno che verrà e il mare”, all’interno di “Un Patto per l’Arno”. Un Contratto di Fiume, una visione comune per la gestione dei rischi e per la valorizzazione dei territori nello sviluppo sostenibile.

il programma del webinar

Settimana dell’Educazione alla Sostenibilità: l’intervento dell’Autorità di Bacino Il segretario Lucchesi partecipa all’iniziativa promossa da Lucca Learning City

Lucca, 24 novembre 2021 – Anche le buone pratiche dell’Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino Settentrionale protagoniste del cartellone “La rivoluzione ecologica: il tempo è adesso/il futuro è adesso”, messo a punto dalla rete Lucca Learning City in occasione della Settimana dell’Educazione alla Sostenibilità promossa dall’Unesco. Un calendario di appuntamenti in programma fino al 27 novembre: incontri in presenza e online pensati per dare spazio a temi di attualità che riguardano la persona e la comunità in rapporto all’educazione, all’ambiente, all’economia e al Pianeta.
La giornata di sabato 27 novembre vedrà la partecipazione di Massimo Lucchesi, segretario generale dell’Autorità di Bacino dell’Appennino Settentrionale con l’intervento “I Piani di gestione del distretto dell’Appennino Settentrionale: elementi trainanti della trasformazione verde”. La riflessione s’inserisce all’interno del webinar “Comunità di saperi per una rivoluzione ecologica partecipata: ‘che nessuno resti indietro!’” che, prendendo le mosse dall’impegno contenuto nell’Agenda 2030 dell’Onu, promuove l’approccio partecipativo per affrontare le sfide della transizione ecologica mettendo al centro l’etica dell’intelligenza collettiva.

Programma Settimana UNESCO Educazione alla Sostenibilità