“UN FIUME PER AMICO”: ALLE CASCINE LA CHIUSURA DEL PROGETTO DEDICATO ALLE SCUOLE. FESTA SULL’ARNO CON AGLI ALUNNI DELLE SCUOLE TORRIGIANI, MAMELI E PETRARCA

Firenze, 25 maggio 2022 – Chiusura insieme agli alunni delle scuole Torrigiani, Mameli e Petrarca di Firenze per “Un fiume per amico”, iniziativa inserita all’interno del progetto educativo comunale “Le Chiavi della Città” e portato avanti sul territorio fiorentino dall’Autorità di bacino dell’Appennino Settentrionale in sinergia con il Comune di Firenze. Quest’anno le attività educative all’aperto, che hanno coinvolto 15 scuole, 27 classi e circa 600 alunni, hanno visto la collaborazione anche del Consorzio di Bonifica 3 Medio Valdarno. Dal 2010, anno in cui l’iniziativa ha preso il via, sono state coinvolte 200 scuole e oltre 6600 studenti.
Ma quello di questa mattina è stato solo un “arrivederci”. Già da settembre, grazie a una più stretta collaborazione tra Autorità di bacino e Consorzio, si tornerà a vivere i fiumi per spiegare ai ragazzi l’importanza dei corsi d’acqua, del loro habitat e degli interventi per la sicurezza idrogeologica. Il punto è stato fatto questa mattina sulle rive dell’Arno da Sara Funaro, assessore del Comune di Firenze, Massimo Lucchesi, segretario generale dell’Autorità di Distretto dell’Appennino Settentrionale e Marco Bottino, presidente Consorzio di Bonifica 3 Medio Valdarno e di Anbi Toscana.
«Far conoscere ai bambini l’Arno e farlo diventare il loro migliore amico è importante – ha detto l’assessore all’Educazione Sara Funaro – perché è il fiume della nostra città. Approfondire gli aspetti ambientali e le azioni necessarie per rendere più vivibile e sicuro l’Arno e il suo territorio attraverso questo bel progetto de ‘Le Chiavi della città’ dà un valore aggiunto al percorso formativo degli studenti che fin da piccolissimi vengono educati al rispetto dell’ambiente. Iniziative come questa dimostrano che attraverso giochi e laboratori didattici l’apprendimento è più stimolante e vanno valorizzate e incentivate».
«I giovani sono la risorsa più importante che abbiamo per la costruzione di un futuro più sostenibile – afferma Massimo Lucchesi -. E la costruzione di un domani migliore in questo senso non può non coinvolgere i nostri corsi d’acqua, la loro sicurezza e tutela. Per questo nell’ultimo anno, non appena la pandemia ce lo ha concesso, abbiamo puntato moltissimo sull’educazione ambientale, inserendo il progetto anche nei programmi di misure dei Piani di gestione recentemente adottati».
«Il Consorzio di Bonifica partecipa volentieri a questa festa sull’Arno a conclusione dei progetti scolastici promossi dall’Autorità di Bacino – commenta Marco Bottino – perché da tempo è in corso un ragionamento per unire le nostre forze per comunicare al meglio il mondo dell’acqua e le rispettive competenze pianificatorie, progettuali e tecnico-operative che sinergicamente stanno rendendo l’Arno e i fiumi toscani sempre più sicuri, belli e apprezzati».
La proposta è destinata alle classi 3ª, 4 ª e 5 ª della scuola primaria, e 1 ª e 2 ª della scuola secondaria di primo grado. L’attività è articolata in due incontri per ogni scuola: il primo in classe con didattica frontale organizzata come gioco; il secondo con un’uscita lungo le sponde del fiume e diversi laboratori/gioco come “Il Sabbiacino” (simulazione di un evento alluvionale in città), “Caccia alle piante” (alla ricerca di piante, fiori e erbe spontanee tipiche della vegetazione riparia fluviale), “Minitour” (alla scoperta delle bellezze naturali e artistiche attorno al fiume con particolare attenzione all’azione del fiume sul territorio circostante) e tanti altri.

L’AUTORITÀ DI BACINO DISTRETTUALE DELL’APPENNINO SETTENTRIONALE AL SEMINARIO DELL’OSSERVATORIO PARITETICO DELLA PIANIFICAZIONE

Anche l’Autorità di Bacino distrettuale dell’Appennino Settentrionale presente al secondo seminario nell’ambito delle giornate dell’Osservatorio paritetico della pianificazione.
ll segretario generale Massimo Lucchesi ha introdotto oggi i lavori del secondo seminario sull’ecosistema informativo regionale integrato per il governo del territorio organizzato dalla Regione Toscana sul tema “La valutazione tra vas e conformazione”.
“L’integrazione dei quadri conoscitivi e la condivisione dei dati diventano sempre più importanti e strategiche anche in vista dell’attuazione dei piani e programmi sul territorio – ha dichiarato Lucchesi -. Quello messo in atto, e a cui anche il nostro ente ha collaborato, è un vero ecosistema informativo integrato che serve a dare certezza e ufficialità ai dati, contenuti in molteplici strumenti pianificatori, e fondare le nuove politiche di governo e di sviluppo del territorio”

Avviso per la costituzione di un elenco esperti e collaboratori

L’Autorità di bacino Distrettuale dell’Appennino Settentrionale deve realizzare attività che richiedono apporti specialistici per le quali intende procedere alla costituzione di un elenco delle competenze, da cui attingere, per il conferimento di incarichi di collaborazione esterna per specifiche professionalità. Allo scopo indice una procedura ad evidenza pubblica per la formazione di un “elenco delle competenze“ con i criteri e le modalità di seguito rappresentate.

Avviso per la costituzione di un elenco delle copmpetenze presso l’Auorità di bacino Distrettuale dell’Appennino Settentrionale (PDF)

Domanda di partecipazione (DOCX)

FORUM ACQUA – venerdì 29 aprile 2022

Tutti i settori di utilizzo dell’acqua sono coinvolti e un ruolo centrale viene giocato dalle nostre città. Il dibattito del Forum si concentrerà sull’uso della risorsa idrica nei centri urbani, sugli interventi necessari per colmare il deficit depurativo, sul riuso delle acque reflue con accenni alle acque dei processi industriali. In questo contesto, il Forum vuole proporre anche una vetrina regionale e nazionale alle buone pratiche toscane.

L’appuntamento è per venerdì 29 aprile 2022, presso la Casa dell’Energia di Arezzo, Via Leone Leoni 1 e IN DIRETTA sulla nostra pagina facebook.

il programma