Author Archives: Marco Alossa

Agricoltura e irrigazione, l’Autorità di Bacino partecipa al tavolo di ANBI Toscana Presentati i piani di gestione acque e alluvioni al mondo agricoltori

Anche l’Autorità di Bacino dell’Appennino Settentrionale ha partecipato al Tavolo Agricoltura&Irrigazione convocato nei giorni scorsi da ANBI Toscana per fare il punto sui fabbisogni del settore agricolo. Per l’Autorità di Bacino è intervenuto il Segretario Generale Massimo Lucchesi.

L’appuntamento ha offerto l’occasione per informare anche il mondo degli agricoltori dei progetti relativi al Piano di Gestione delle Acque (PGA) e al Piano di Gestione del Rischio Alluvioni (PGRA), mettendo a disposizione di tutti i dati ad oggi disponibili in merito al bilancio idrico dei corpi idrici del distretto, elaborati dall’Autorità. Adottati in via preliminare a dicembre scorso, i piani saranno definitivamente approvati nell’arco del 2021. Nell’incontro si è parlato anche degli obiettivi strategici dei due Piani nel quadro delle prospettive aperte dal Recovery Fund e dal Piano Invasi.

«Incontri di questo tipo sono importanti per fare il punto sulle conoscenze ad oggi disponibili – ha spiegato Massimo Lucchesi –. Dall’incontro è emersa la necessità di lavorare ad una sempre maggiore integrazione delle banche dati utilizzate dai vari enti. Da questo punto di vista il Piano di gestione ha un ruolo strategico, in quanto finalizzato a promuovere la sintesi tra più settori, in funzione della tutela della risorsa».

«C’è grande sinergia fra i Consorzi di Bonifica e l’Autorità di Bacino dell’Appennino Settentrionale, con il presidente Lucchesi – aggiunge Marco Bottino presidente di ANBI Toscana -. L’obbiettivo è quello di presentare una serie di progetti già definiti, e quindi più facilmente avallabili, nel quadro del Green New Deal, il piano europeo di risposta all’emergenza dei cambiamenti climatici che potrà essere finanziato con il Recovery Fund, per portare la Toscana ancor più in prima fila nella lotta al dissesto idrogeologico».


Le novità illustrate nell’ambito del tavolo del Contratto di Fiume della Pesa

Firenze, 23 febbraio 2021 – Presentati i piani di gestione per la salute dei fiumi e per il rischio di alluvioni dell’Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino Settentrionale. A pochi giorni dal sopralluogo sul cantiere della cassa di laminazione del Bramasole, i firmatari del Contratto di Fiume del Torrente Pesa sono tornati a riunirsi in un incontro nell’ambito dell’Osservatorio dei Paesaggi Fluviali. Una riunione a distanza, convocato dal Comune di Montelupo Fiorentino, durante il quale i tecnici dell’Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino Settentrionale hanno presentato il Piano di Gestione delle Acque e il Piano di Gestione del Rischio Alluvioni 2021-2027. Adottati in via preliminare a dicembre scorso, i piani saranno definitivamente approvati nell’arco del 2021, attraverso una fase di consultazione pubblica che durerà fino alla fine dell’estate.

«Non è un caso aver scelto di presentare i nostri strumenti pianificatori nell’ambito del tavolo di lavoro del contratto di fiume della Pesa – spiega Massimo Lucchesi, Segretario generale dell’Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino Settentrionale -. L’iniziativa dà il via alla fase di consultazione sui Piani di gestione, a cui l’Europa guarda da sempre con grande interesse, attraverso un primo confronto con gli addetti ai lavori: un importante banco di prova per la fase in cui i Piani saranno resi pubblici. In un anno così particolare, ancora caratterizzato dall’emergenza sanitaria, bisogna puntare su iniziative mirate come questa, per mettere a sistema le tante competenze e best practice presenti sul territorio. In modo che possano contribuire dal basso a definire la nuova governance delle risorse naturali alla base dei Piani di gestione».

«Il Contratto di fiume della Pesa – commenta Marco Bottino presidente del Consorzio di Bonifica 3 Medio Valdarno – si rivela un ambito entro cui è possibile ragionare e condividere gli interventi ordinari più semplici così come le grandi previsioni strategiche che rendono più sicura e più bella l’intera vallata».

«Il Contratto di Fiume della Pesa, con la sua ricca compagine di attori istituzionali e non e ben coordinato dall’assessore all’ambiente Lorenzo Nesi, è luogo ideale per condividere i nuovi strumenti di pianificazione su acqua e rischio alluvioni – aggiunge il sindaco di Montelupo Fiorentino Paolo Masetti -. Il contenuto dei piani su cui si baseranno gli interventi dei prossimi sei anni è essenziale, perché gli obiettivi di contratto possano essere raggiunti. Da questo momento di partecipazione contiamo di far emergere osservazioni qualificate utili alla stessa Autorità di Distretto».


Ciao Cesare! Sarai sempre nei nostri cuori

Category : archivio

Domenica 21/02/2021 ricorre la data nella quale il nostro carissimo collega Cesare Mugnaini ci ha lasciato. È già passato un anno ma i nostri cuori e le nostre menti non lo hanno dimenticato. Anzi, ogni giorno ci manca sempre di più. Lo ricordiamo come una persona speciale, sempre sorridente, disponibile con gli altri e dotato di grande umanità.

Tutti i colleghi delle sedi di Firenze, Lucca e Sarzana, insieme al Segretario Generale, si uniscono alla famiglia esprimendo la più sincera vicinanza.

 


Programma di riesame delle mappe di pericolosità PGRA del reticolo principale (annualità 2021)

Ai fini di quanto previsto dal dall’art. 14 della disciplina di PGRA e dall’art. 2 comma 2 dell’Accordo sottoscritto tra Autorità di bacino distrettuale dell’Appennino Settentrionale e Regione Toscana (DGR n. 166 del 17/02/2020) “per l’individuazione delle procedure da seguire per lo svolgimento in collaborazione delle attività di riesame e aggiornamento, ai sensi dell’art. 14 delle norme del Piano di gestione del rischio di alluvioni (PGRA), delle mappe delle aree con pericolosità da alluvione relative al reticolo idraulico principale e secondario del bacino del fiume Arno e dei bacini regionali Toscana Nord, Toscana Costa e Ombrone ricadenti nel distretto idrografico dell’Appennino Settentrionale” si rende noto che nella seduta della Conferenza Operativa del 28 gennaio 2021 è stato definito, di concerto con la Regione Toscana, il programma di riesame delle mappe delle aree con pericolosità da alluvione relativamente al reticolo principale per l’annualità 2021. Consultabile al seguente link.


Avvio della consultazione su modifica delle mappe PGRA del torrente Arbia e fiume Ombrone

Category : archivio

Comunicato relativo all’avvio della consultazione su due proposte di modifica delle mappe delle aree a pericolosità da alluvione del Piano di gestione del rischio di alluvioni (PGRA) del distretto idrografico dell’Appennino Settentrionale relative al reticolo idraulico principale nell’UoM Toscana Ombrone, ai sensi dell’art. 2 dell’Accordo tra Autorità di bacino distrettuale dell’Appennino Settentrionale e Regione Toscana (DGR n. 166 del 17/02/2020) “per l’individuazione delle procedure da seguire per lo svolgimento in collaborazione delle attività di riesame e aggiornamento, ai sensi dell’art. 14 delle norme del Piano di gestione del rischio di alluvioni (PGRA), delle mappe delle aree con pericolosità da alluvione relative al reticolo idraulico principale e secondario del bacino del fiume Arno e dei bacini regionali Toscana Nord, Toscana Costa e Ombrone ricadenti nel distretto idrografico dell’Appennino Settentrionale”.

***

Ai sensi della legge n. 241/1990 e di quanto previsto dall’art. 14 della disciplina di PGRA e dall’art. 2 comma 4 dell’Accordo sottoscritto tra Autorità di bacino distrettuale dell’Appennino Settentrionale e Regione Toscana (DGR n. 166 del 17/02/2020) “per l’individuazione delle procedure da seguire per lo svolgimento in collaborazione delle attività di riesame e aggiornamento, ai sensi dell’art. 14 delle norme del Piano di gestione del rischio di alluvioni (PGRA), delle mappe delle aree con pericolosità da alluvione relative al reticolo idraulico principale e secondario del bacino del fiume Arno e dei bacini regionali Toscana Nord, Toscana Costa e Ombrone ricadenti nel distretto idrografico dell’Appennino Settentrionale” si rende noto che nella seduta della Conferenza Operativa del 28 gennaio 2021 sono state esaminate le seguenti proposte di modifica delle mappe delle aree a pericolosità da alluvione del Piano di gestione del rischio di alluvioni (PGRA) del distretto idrografico dell’Appennino Settentrionale, riguardanti il reticolo idraulico principale dell’UoM Toscana Ombrone, afferenti rispettivamente a:
– Torrente Arbia, tratto compreso tra Podere Nuovo e la confluenza col fiume Ombrone, e fiume Ombrone, nel tratto compreso tra la confluenza col torrente Arbia e la confluenza col torrente Suga (comuni di Monteroni d’Arbia, Asciano, Buonconvento e Montalcino);
– Torrente Arbia, tratto tra la confluenza col torrente Bornia e la confluenza col torrente Tressa (comuni di Castelnuovo Berardenga, Siena, Asciano e Monteroni d’Arbia).
La documentazione inerente tali proposte è pubblicata per 30 giorni, decorrenti dalla pubblicazione del presente comunicato sul Bollettino Regionale n°6 parte II del 10 febbraio 2021, sul sito dell’Autorità, nella sezione relativa al PGRA – Programma di riesame delle mappe, al seguente indirizzo http://www.appenninosettentrionale.it/itc/?page_id=5275 , ai fini di eventuali osservazioni.
Durante tale periodo chiunque sia interessato può acquisire informazioni e presentare osservazioni scritte sulle proposte di modifica con le seguenti modalità:
– a mezzo posta ordinaria, all’Autorità di bacino distrettuale dell’Appennino Settentrionale, via dei Servi, 15, 50122 – Firenze;
– per posta elettronica certificata: adbarno@postacert.toscana.it.
Al termine della fase di pubblicità, qualora non siano intervenute osservazioni si procederà, previo parere della Conferenza Operativa, all’approvazione della proposta di riesame con decreto del Segretario Generale. Qualora, invece, siano intervenute osservazioni, la Conferenza Operativa sarà chiamata a esprimersi sulle medesime nei successivi 30 giorni.
Il responsabile del procedimento pianificatorio in oggetto è il Dirigente dell’Area Pianificazione e tutela dal rischio di alluvioni, Ing. Serena Franceschini (s.franceschini@appenninosettentrionale.it).


Perché non si dragano più i fiumi? La risposta del Consorzio di Bonifica Medio Valdarno

Category : archivio

Una questione piuttosto complessa rispetto alla quale arrivano al Consorzio tante domande e critiche rispetto ad un modus operandi apparentemente contrario al senso comune, ma ormai ampiamente condiviso dagli esperti del mondo scientifico e tecnico-operativo.

leggi l’articolo


Concorso Scientifico-Premio memoria del Collega Geol. David Giuntini – PROROGA SCADENZA

Category : archivio

La Fondazione dei Geologi della Toscana, con il patrocinio del Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Pisa, dell’Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino Settentrionale e dell’Ordine dei Geologi della Toscana bandisce l’edizione 2020 del Concorso Scientifico – Premio in memoria del Collega Geol. David Giuntini. La scadenza per la presentazione della domanda di ammissione è stata prorogata al 15 febbraio 2021.

Il concorso prevede la premiazione di due categorie:

  • Tesi di Laurea magistrale
  • Tesi di Laurea triennale

Il bando può essere scaricato dal sito della Fondazione: http://fondazione.geologitoscana.it/

 

Fondazione dei Geologi della Toscana

Via Fossombroni, 11 50136 Firenze

tel: 055.234.08.78 – Fax: 055.22.69.589

http://fondazione.geologitoscana.it

segreteria@fondazione.geologitoscana.it